Boris Pasternak

Boris Leonidovič Pasternak è vissuto a cavallo fra il 1800 e il 1900 ed è nato e cresciuto in un ambiente intellettuale ed artistico.

Boris Pasternak è stato un poeta e scrittore russo.

Suo padre Leonid era artista e professore alla Scuola moscovita di pittura e sua madre, Rosa Kaufmann, era pianista.

Pasternak sognava, fin dall’incontro avvenuto con il compositore russo Skrjabin, di diventare pianista e compositore. Egli si dedicava al piano, alla teoria di musica e alla composizione.

Qui la scrittura di un altro celebre compositore.

Boris Pasternak studiò a Mosca, seguì l’università di filosofia e viaggiò molto, soprattutto in Svizzera ed in Italia. In quegli anni maturò la sua decisione di dedicarsi alla poesia e scrisse le sue prime poesie. Esse sono influenzate dal simbolismo e dal futurismo.

Il primo e unico romanzo di Boris Pasternak fu Il dottor Živago. Quest’opera fu bandita dal governo e venne rifiutata dall’Unione degli Scrittori. Ai tempi del regime bolscevico l’Unione non poteva permettere la pubblicazione di un libro che, fortemente autobiografico, raccontava i presunti lati più oscuri della Rivoluzione d’ottobre.

Nel 1958, proprio per questa opera Pasternak avrebbe vinto il premio Nobel per la letteratura, a cui dovette però rinunciare. Morirà dopo due anni di cancro ai polmoni.

Questo romanzo fu causa di persecuzioni intellettuali contro Pasternak da parte dei servizi segreti, che lo costrinsero negli ultimi anni della sua vita alla povertà e all’isolamento.

Il manoscritto riuscì, comunque, a superare i confini sovietici e il libro si diffuse in occidente. Pasternak e il suo Il dottor Živago diventeranno il simbolo della testimonianza della realtà sovietica.

Il romanzo fu pubblicato legalmente in Russia solo nel 1988, dopo la sua morte, durante le riforme introdotte all’Unione Sovietica da Gorbačëv. Nel 1989 il figlio dell’autore Evgenij si recherà in Svezia per ritirare il premio spettante al padre 31 anni prima.

Vediamo la scrittura di Boris Pasternak:

boris pasternak

Sicuramente influenzata dal periodo storico in cui visse, la grafia si presenta inclinata a destra con margine destro crescente. Vi è cura e precisione nelle forme, seppur lo spazio fra righi sia irregolare e convesso. Zona superiore mediamente estesa con gesti orizzontali prevalenti e zona inferiore molto lunga. Presenza di buchi, canali e spazi fra lettere.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi