Inchiostro a gel

Fra le varie penne a sfera che stiamo analizzando vi è anche la penna con inchiostro a gel.

La penna gel usa un inchiostro a gel il cui pigmento viene sospeso in una soluzione a base di gel. Questo inchiostro contenuto in un tubicino cola sulla carta attraverso una sfera. Questo inchiostro è spesso, viscoso e opaco. Si solidifica a contatto con la carta, impiegandoci un po’, e poi risulta indelebile. E’, inoltre, impermeabile e resistente alla luce. Spesso è privo di acidi, il che lo rende l’inchiostro fra i più validi da scegliere per scritti da conservare nel tempo.

L’inchiostro è composto da pigmenti di ftalocianina di rame e ossidi di ferro. Il gel è costituito da acqua e biopolimeri, come la gomma di xantano e gomma adragante, oppure alcuni tipi di poliacrilato addensanti.

I documenti stilati con inchiostro da archivio gel o con cellulosa-reattiva sono, inoltre, completamente solubili in acqua, ma, una volta asciutti, formano un legame chimico permanente con la cellulosa (carta, lino o cotone). Ciò significa che l’inchiostro della penna gel non potrà mai svanire, consumarsi o esser cancellato.

All’interno della penna il gel tende a solidificare se è fermo e a tornare fluido quando la sfera inizia a ruotare.

 

Immagine dell’inchiostro a gel al microscopio:

inchiostro a gel

 

Leggi anche “Penna: tipologie e descrizioni”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi